Gli anni della Dolce Vita – Tendenze della Fotografia Italiana

L’esposizione, ideata e realizzata dalla FIAF, curata da Fulvio Merlak, Claudio Pastrone e Giorgio Tani, raccoglie 66 fotografie in bianco e nero scattate da alcuni tra i maggiori fotografi italiani tra la fine degli anni ’50 ed il 1968.

Le immagini sono state organizzate in due parti: la prima dal titolo La Dolce Vita è un accenno allo starsystem dell’epoca con fotografie scattate a Fellini, De Sica e Pasolini, a Mastroianni e Sophia Loren, passando negli atelier di alcuni grandi sarti, da fotografi come Garolla, Giancolombo, Palmas, Pierluigi, Secchiaroli.

La seconda parte (La nuova vita) ci presenta i cambiamenti nello stile di vita, l’emigrazione dal sud, il lavoro in fabbrica, le periferie delle grandi città, il boom dell’automobile, i divertimenti dei giovani.

FIAF

La “Federazione Italiana Associazioni Fotografiche” (FIAF) viene fondata a Torino il 19 dicembre 1948.

Lo scopo di tale federazione, al momento della nascita, era quello di divulgare e sostenere la fotografia amatoriale su tutto il territorio nazionale. Venne così a crearsi un’associazione senza fini di lucro, dove il grande esercito dei fotoamatori, volenterosi non solo di fare belle immagini, ma anche di operare attivamente per la diffusione dell’arte fotografica sarebbe stato ripagato.

In cinquant’anni di storia la FIAF non ha cambiato il suo originale intento e passo passo è andata crescendo; la sua solida struttura ha sede a Torino, città natale e possiede uno
statuto che regola i rapporti interni con l’organico impiegato.

La sua forza vera è tuttavia la rete di fotoamatori, che con il loro apporto spontaneo ogni giorno lavorano per servire chi ha nella fotografia la sua vera, grande, passione.

La FIAF è membro dell’Associazione Internationale FIAP (Fédération Internationale de l’Art Photographique): un’associazione moderna, dinamica, sempre disponibile e veramente vicina ai propri associati, perché su di essi pone la propria ragione di esistere.

La FIAF ha fatto la storia della fotografia amatoriale italiana ed oggi, diventando anche pilastro importante della cultura italiana e internazionale.