Le donne volanti

di Lorenzo Cicconi Massi

Ho fotografato Le Donne Volanti perché sono un altro pezzo del mio mondo immaginario.

Sono entrato in una terra fatta di cipressi statuari, di lune piene e di figure femminili che come sirene mi hanno accompagnato nel percorso.

Così quello che ho sognato ad occhi aperti, ha preso forma sul foglio fotografico, con un complicato incastro fra la prospettiva delle lenti fotografiche e quegli strumenti empirici, e scenografici che servivano per alzarsi in volo.

Ho fotografato Le Donne Volanti perché forse sono nascoste nelle pieghe dell’ immaginazione di ognuno di noi, sono quello che vorremmo essere o che potremmo fare e non abbiamo realizzato…

La verità però, è che non ho la minima idea del perché ho fotografato le donne volanti…

 

Lorenzo Cicconi Massi

Nel 1991 discute la tesi di laurea in Sociologia “Mario Giacomelli e il gruppo Misa a Senigallia”.

Comincia il suo lavoro di ricerca fotografica in bianco e nero. Nel 1999 ottiene il primo premio al concorso Canon. Dal Gennaio del 2000 è uno dei fotografi dell’agenzia Contrasto. Il mensile ARTE lo include fra i 10 giovani talenti del nuovo panorama fotografico italiano.

I suoi lavori vengono premiati in numerosi concorsi, pubblicati dalle maggiori testate italiane e straniere (Images, Newsweek, Io Donna, Sportweek, la Stampa, Ventiquattro, Meridiani, Corriere delle sera ecc…)

Mostre personali alla Treffpunkt Galerie di Stoccarda e allo Stadthaus di Ulm, a Senigallia Palazzo del duca, a Forma galleria a Milano, a Salerno galleria Fuorifuoco, al teatro dei Dioscuri di Roma.

Mostre collettive a Palazzo Reale Milano, Museo Trastevere Roma, Fondazione Venezia 2000, Triennale Bovisa.

Nel 2007 è premiato nella sezione “sports features singles” al World Press Photo, con un lavoro sui giovani calciatori cinesi. Venerdì di Repubblica gli dedica la copertina insieme ai colleghi italiani premiati. Sempre nel 2007 riceve il premio G.R.I.N.(Amilcare Ponchielli) per la serie sui giovani “fedeli alla tribù”. Ne segue una mostra antologica “viaggio intorno a casa” curata da Contrasto.

Per i 10 anni dalla scomparsa del grande fotografo senigalliese realizza il film “mi ricordo Mario Giacomelli”, (dvd ed. Contrasto) con la partecipazione dei più importanti personaggi della fotografia e dell’arte italiana.

Estate 2011 espone sue opere per la Biennale di Venezia padiglione delle Marche, curata da Vittorio Sgarbi. Espone i suoi lavori a Parisphoto, rappresentato da Forma galleria.

Nel 2012 ha lavorato per il progetto di Altagamma “Italian Contemporary Excellence” con le più importati aziende italiane, in mostra alla triennale di Milano, con volume edito da Rizzoli.

Aprile 2013 ha esposto al Museo Ferragamo per la mostra “il calzolaio prodigioso”.

La fondazione museale TOD’S lo incarica di realizzare le fotografie sul “fatto a mano”.

E’ stato scelto dalla rockstar Elisa come fotografo ufficiale del tour “L’anima vola”.

Dalla Regione Marche è incaricato di fotografare e filmare i luoghi della spiritualità nella regione.

Nel 2016 la mostra “la grande bellezza del made in Italy” presso il Rettorato dell’Università Politecnica delle Marche.

Del 2016 è la mostra “Le Donne Volanti”, museo Nori De Nobili. Nel 2017 presso Galleria Contrasto Milano.

Cinema e video

Dopo una serie di cortometraggi premiati in vari festival e video promozionali del territorio marchigiano, esordisce al cinema nel 2003 con il lungometraggio “PROVA A VOLARE” con Riccardo Scamarcio, Ennio Fantastichini ed Antonio Catania, in programmazione su SKY cinema e su LA7, che gli ha dedicato una puntata della trasmissione “la valigia dei sogni”.