IL RACCONTO FOTOGRAFICO COME TESTIMONIANZA PARTECIPATA DEL VERO

  • Workshop fotografici

OBIETTIVO: Il workshop fornirà ai partecipanti gli strumenti necessari per leggere e interpretare in
maniera critica tanto il singolo scatto fotografico quanto la serie di documentazione attraverso l’impiego della DIALETTICA FOTOGRAFICA. Si tratta di uno sistema d’analisi originale, che consentirà loro di progettare e realizzare un autentico lavoro di testimonianza fotografica all’interno di qualsiasi ambito d’indagine, mescolando sapientemente i linguaggi del fotogiornalismo, street photography e fotografia sociale.

Intendere la fotografia come testimonianza partecipata prevede l’impiego della fotocamera quale strumento d’accoglienza verso l’universo sociale che ci circonda. Tuttavia è percezione diffusa che una volta entrati all’interno di un contesto a noi non congeniale è molto facile sentirsi respinti da coloro che lo abitano. Per questo una parte del workshop sarà dedicata allo sviluppo ed al consolidamento di tecniche per la gestione dello stress, la cui applicazione sul campo permetterà ai partecipanti di entrarein contatto empatico con l’altro da sé in modo sano. Penetrando con naturalezza le barriere di difesa dei soggetti fotografati e gestendo al meglio eventuali conflitti.

TIPO DI LEZIONE: La parte teorica del corso si svolgerà in aula. Con l’impiego di un proiettore passeremo a rassegna alcuni celebri lavori fotografici divenuti esemplari per capirne le strutture profonde e le ragioni del loro successo. Attraverso un’analisi a tutto tondo del testo fotografico cercheremo di far emergere quegli elementi comuni ed i punti di forza della progettazione fotografica eventualmente
replicabili. Impareremo così a sviluppare uno sguardo lucido e saldo sul reale e sulla nostra produzione, capace di adattarsi ai diversi contesti e alla destinazione del lavoro.
Sul versante della gestione del coinvolgimento emotivo tra fotografo e fotografato dopo una spiegazione teorica, e accessibile a chiunque, di due tecniche di meditazione orientale passeremo alla loro applicazione pratica nell’ambito fotografico. All’interno dell’aula svolgeremo delle esercitazioni tese ad abbattere le barriere di timidezza e di paura reciproca che normalmente si alzano tra persone che non si conoscono. Sempre con l’ausilio della fotocamera impareremo a ritrovare e mantenere uno stato di armonia laddove sopraggiunga una tensione. Ma anche a contenere rabbia e frustrazione. Tutto questo ci consentirà di muoverci e fotografare con maggiore disinvoltura negli ambienti pubblici, ma anche di guadagnarci progressivamente spazi di libertà fotografica nei confronti delle persone che saranno oggetto del nostra attenzione.

La parte pratica si svolgerà nell’arco di una intera giornata che trascorreremo in una città che sceglieremo nel corso della quale cercheremo di applicare le nozione acquisite. L’obiettivo sarà quello di innescare quante più relazioni possibili attraverso l’impiego della fotocamera in modo da scattare non soltanto belle fotografie, ma raccogliere anche informazioni utili per compilare delle brevi didascalie a supporto delle immagini. Ancorare gli scatti alla realtà, attraverso l’impiego scrupoloso della parola scritta, consentirà a noi stessi di calarci nel ruolo di testimoni credibili. Facendoci sentire maggiormente legittimati a vivere lo spazio pubblico come luogo naturale di documentazione sociale e di condivisione.
L’ultima fase sarà di revisione del materiale raccolto. Ciascuno dei partecipanti selezionerà 15 scatti che saranno analizzati e sottoposti a lettura critica. Con l’occasione discuteremo delle difficoltà incontrate sul campo ed eventualmente come superarle.


ORARI:

1° GIORNO: 2,5 ore di linguaggio e analisi del testo fotografico attraverso l’applicazione della DIALETTICA FOTOGRAFICA;

2° GIORNO: 2,5 ore di teoria di meditazione applicata alla pratica fotografia ed esercitazioni di gruppo attraverso l’impego della fotocamera;

3° GIORNO: Uscita fotografica guidata per un’intera giornata in città;

4° GIORNO: 3/4 ore di lettura critica e revisione del materiale raccolto.

PARTECIPANTI: Il workshop è destinato ad un numero massimo di 10 partecipanti.

Iscriviti

Il workshop si terrà nel rispetto delle normative anti COVID-19.